Per dovuti e logici motivi quest’anno la ricorrenza del 16 aprile si svolge
nelle giornate di Sabato 13 e Domenica 14

PROGRAMMA

SABATO 13 APRILE

ORE 11.00

TENSOSTRUTTURA (Giardino dell’ex oratorio)

Assemblea generale dei soci dell’Associazione Dare per l’approvazione del bilancio e l’elezione straordinaria dei nuovi o confermandi membri del comitato direttivo.

 

Ristorazione presso il proprio alloggio o il Bar Piadineria del giardino (con l’aiuto di persone di buona volontà).

ORE 16.30

TEATRO LEO AMICI
Incontro con i giovani provenienti da tutt’Italia con Carlo Tedeschi.

 

TENSOSTRUTTURA
Incontro tra i soci della Dare.

ORE 19.00

TEATRO LEO AMICI
Celebrazione dei vespri per i giovani.

 

TENSOSTRUTTURA
Celebrazione dei vespri per i soci (auto organizzazione).

ORE 21.00

TEATRO LEO AMICI
VII Edizione del “Festival della Canzone per Leo”.

 

Collegamento video presso la Tensostruttura
Link per la diretta streaming sul sito www.lagodimontecolombo.it e www.teatroleoamici.it

DOMENICA 14 APRILE

ORE 09.00

GIARDINO DELLA PREGHIERA (Cappella dell’abbraccio di Dio)
Celebrazione della Santa Messa delle Palme (solo per i gruppi provenienti da altre città).

ORE 11.00

TEATRO LEO AMICI
Sacra rappresentazione “Via Crucis-Via Lucis” di Carlo Tedeschi, Consulenza di Mons. Peri
Interpretata dalla compagnia teatrale Ragazzi del Lago.

 

Collegamento video presso la Tensostruttura

ORE 16.30

TEATRO LEO AMICI
Nell’ambito della stagione teatrale 2018/19
Musical “L’Uomo dal Turbante Rosso”

 

Collegamento video presso la Tensostruttura

Solo per chi proviene da altre città: chi volesse visitare il lago, il museo o la casa di Leo Amici potrà rivolgersi agli operatori dell’associazione Dare domiciliati nei residences e che saranno a disposizione presso la Tensostruttura.

 

scarica il progrogramma in PDF

14 APRILE ORE 11.00

Via Crucis – Via Lucis

INTERPRETAZIONE DEL PENSIERO DI GIOVANNI,
IL DISCEPOLO CHE EGLI AMAVA

DRAMMATIZZAZIONE, REGIA E COMMENTI
DI CARLO TEDESCHI

Nasce un agnello nell’ovile del mondo.
Un altro muore, ucciso.
Olocausto di violenza, ingiustizia e potere.
Solo uno tra essi viene offerto in sacrificio per amore e, scelta d’amore, sceglie la morte.

 

Amico fra i nemici, fratello dei traditi e traditori inchioda all’agonia, fino alla morte, le sue aperte braccia, fino a sfiorare con il sangue ogni creatura.

 

La natura, sgomenta, trema e si sconvolge
scuotendo del proprio basamento.
La sua morte diviene dunque
misericordia divina,
resurrezione di vita,
meravigliosa eterna vita,
per tutti.

14 APRILE ORE 16.30

L’ Uomo dal Turbante Rosso

VISSUTO NELL’OMBRA,
la sua STORIA D’AMORE con Amalia
ha oltrepassato i secoli
per arrivare fino a noi.

 

ANNO ZERO: gli scribi dell’Impero romano
ebbero l’ordine di non tramandare
nulla della sua personalità
e della sua vita parallela a quella del Cristo.

 

La loro storia rivive oggi sulla scena,
interpretata dai 40 artisti della
compagnia teatrale di Carlo Tedeschi