I saluti di Simone Cristicchi, i protagonisti del nuovo video di Edoardo Bennato, una “Giamaica” nuovo tormentone dell’estate, eppoi Lucia Vasini, Luca Testa e tanti altri per una serata travolgente. Applausi a scena aperta e standing ovation per la 6° edizione del “Festival della Canzone per Leo” ieri sera, sabato 14 aprile, al Teatro Leo Amici al Lago di Montecolombo. L’ apprezzato appuntamento per giovani artisti, promosso dalla Fondazione Leo Amici, si tiene ogni anno in prossimità del 16 aprile, anniversario della scomparsa del fondatore del Lago di Montecolombo – Rimini. La manifestazione è stata trasmessa anche in diretta web, sul canale You Tube: Italian Musicals Channel.

 

Il Teatro Leo Amici e il Festival si confermano una fucina di talenti. E’ sede della Compagnia I ragazzi del Lago, diretti da Carlo Tedeschi, dei quali tre artisti, Gianluca Raponi (coreografo e primo ballerino) oltre a Francesco Troilo e Matteo Mecozzi sono i protagonisti del nuovo video di Edoardo Bennato “Mastro Geppetto” (rispettivamente Mastro Geppetto, Volpe e Gatto) anticipato in questi giorni da Repubblica.it. Questi ed altri artisti usciti da questa realtà hanno trovato consensi e successo in note rappresentazioni teatrali e in programmi tv.

 

Sul palco in questa edizione giovani provenienti da ogni parte d’Italia (Piemonte, Puglia, Abruzzo, Campania, Umbria, Sicilia, ecc.), circa 70 i ragazzi coinvolti, a diverso livello, nella realizzazione e produzione dello spettacolo che ogni anno è seguito da un nutrito pubblico, non solo nel Belpaese ma anche all’estero, via streaming. Quindi, i giovani hanno messo in gioco non solo le loro doti artistiche ma anche quelle morali, esplorando la condivisione, scoprendo l’amicizia e il valore di creare insieme un progetto che unisce bellezza e finalità sociali, che unisce e non divide. Nello spettacolo è stato presentato tra l’altro, un nuovo arrangiamento di Emanuele Tedeschi del brano scritto da Sam Moore “The man with the sailor’s cap” dedicato a Leo Amici da Moore circa 30 anni fa; anche giovani artisti di Torino, in collaborazione con l’Associazione Sollievo di Leinì, hanno proposto brani con arrangiamenti di Livio Brescia; straordinaria partecipazione del maestro direttore d’orchestra, Luca Testa che ha scritto appositamente una romanza “Ho solo te”, accompagnata dalla pianista Grazia Russi, interpretata da Francesco Troilo; partecipazione anche dell’attrice Lucia Vasini. E inoltre, coreografie strabilianti, gags esilaranti, hanno fatto da cornice ai brani musicali e all’esibizione di numerosi performer come Denìs Lioi. Apprezzatissimo anche il remix del brano “Giamaica”, coreografato dai giovani della Compagnia, candidato a diventare uno dei tormentoni dell’estate 2018.

 

Anche Simone Cristicchi ha voluto inviare un messaggio a tutti i giovani del festival: “Un in bocca al lupo per la vostra carriera ma soprattutto per il vostro percorso di vita e di ricerca personale – ha detto Cristicchi nel video -. A volte ci troviamo di fronte a delle ferite che sta a noi trasformare in qualcosa di positivo. Non è facile individuare la propria unicità. E’ un cammino lento dove dobbiamo avere le antenne puntate verso la bellezza. Siamo addormentati oggi, viviamo in un mondo virtuale. Invece dobbiamo sentire quella scintilla di bellezza in noi  nel momento in cui creiamo affinché il mondo possa essere migliore dopo il nostro passaggio. La musica ci permette di allargare la nostra coscienza ad altra gente. Trovate la scintilla dentro di voi  abbiatene cura e fatela cresce e regalatela a tutto il mondo”.